Vero o Falso n°8

DOMANDE​

  1. I cristalli di neve, pur avendo RISPOSTE base esagonale, sono tutti diversi.
    Vero o Falso?

  2. Ognuno dei nostri reni pesa circa 300 grammi.
    Vero o Falso?

  3. La "Stella di Natale" contiene un lattice tossico.
    Vero o Falso?

  4. D'inverno lo scoiattolo va in letargo e dorme 5 mesi.
    Vero o Falso?

RISPOSTE

  1. (vero). I bellissimi cristalli di neve con i loro incredibili "disegni" hanno tutti "bracci" esattamente simmetrici, perché la loro struttura cristallina di base è esagonale come nel ghiaccio comune, perché derivante direttamente dalla struttura molecolare dell'acqua. Le forme che il cristallo assume partendo da questa base, invece, risente delle diverse condizioni di temperatura, umidità, eccetera. Ed è praticamente impossibile che due cristalli possano essere identici: ci vogliono le stesse condizioni ambientali e i due cristalli dovrebbero formarsi nello stesso momento. Ma non si sono mai osservati due cristalli uguali!

  2. (falso). Ciascun rene pesa mediamente 150 grammi negli uomini e 135 grammi nelle donne, e il peso diminuisce con l'età (di circa un quarto a 70 anni). I reni fanno parte dell'apparato urinario, che filtra dal sangue i prodotti di scarto del metabolismo e li espelle tramite l'urina. Il loro compito principale è quello di mantenere il corretto equilibrio idro-salino nell'organismo, nonché di assicurare ogni giorno, per mezzo delle loro unità funzionali, i nefroni, una costante depurazione dei circa 150 - 170 litri di sangue che, circolando, pervengono loro dalle arterie renali. Questo sangue, poi, liberato di materiali di scarto e di liquidi in eccesso, passa nelle vene renali.

  3. (vero). Le foglie (dette brattee, quelle rosse che crediamo fiori, mentre i fiori sono quelli piccoli e gialli al centro) e il fusto della Poinsettia o Euphorbia Pulcherrima, comunemente conosciuta con il nome di Stella di Natale, contengono una sostanza ad azione tossica chiamata triterpene. A contatto con l'epidermide, il lattice, proveniente dalla lacerazione delle foglie o dal taglio del fusto, può provocare eritema, prurito, bruciore della congiuntiva e della mucosa orale e faringea. Inoltre, se ingerito, può dar luogo a nausea, vomito, diarrea e perdita di coscienza. Quindi attenzione ai bambini, soprattutto se le rompono e le mettono in bocca!

  4. (falso). Lo scoiattolo (Sciurus vulgaris) non va in letargo, ma alterna periodi di riposo a uscite dalla sua calda tana per andare a prendere il cibo che, previdente, ha nascosto in più luoghi, veri e propri "magazzini" dove ha stipato ciò che gli può essere utile per l'inverno. Chi invece dorme davvero per dei mesi è la marmotta, che a due o tre metri di profondità crea per la sua famiglia una vera e propria "camerata" sotterranea, larga anche dei metri, dove il gruppo (di solito almeno una quindicina) trascorre l'inverno, dopo aver otturato tutti i cunicoli di accesso con terra compressa.
 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Monday, 20 November 2017