Tutti i segreti dei prodotti Mei

Tutti i segreti dei prodotti Mei

Cosa rende così efficaci i preparati erboristici e i fitocosmetici Mei?
Siamo andati a scoprirlo per voi!

Succede spesso, come si legge anche nelle storie narrate dalle nostre consulenti, che le persone si dichiarino stupite dai risultati ottenuti con i prodotti Mei. E allora la domanda è: come fanno ad essere così efficaci? Giriamo la domanda al Dr. Roberto Paladin, fitoerborista.
"L'efficacia dei nostri prodotti è legata a molto studio, ad una grande passione per la natura e ad alcuni capisaldi irrinunciabili. Il primo di tutti è la selezione della materia prima, che cerchiamo in tutto il mondo: l'Europa e l'Italia sono il bacino preferenziale per le piante della tradizione erboristica, ma dal momento che noi scegliamo ed utilizziamo solo ed esclusivamente vegetali a crescita spontanea, dobbiamo andare a cercare altri tipi di piante nel loro ambiente naturale: quindi il Madagascar per l'Aloe, la Corea per il Ginseng, il Marocco per l'Argan, e così via." 

Perché Mei utilizza solo piante a crescita spontanea? "Perché solo in questo modo si crea il principio attivo naturale che è alla base dell'efficacia del vegetale, e matura solo nel suo ambiente, in determinate condizioni di terreno e clima."

E la qualità del principio attivo come viene garantita? "Qualità è il secondo punto irrinunciabile che è alla base dei nostri "segreti". La qualità, in erboristeria, è legata al rapporto di concentrazione del principio attivo rispetto alla pianta utilizzata. Per questo, ogni partita di vegetale, prima di essere utilizzata per i prodotti Mei, viene sottoposta a due controlli: il primo riguarda la sicurezza della materia prima ed è un controllo sanitario, in cui la pianta va "in quarantena", per garantire che non ci siano funghi, batteri, virus o che si possano creare. L'altro riguarda appunto la qualità ed è basato sullo standard internazionale della Farmacopea ufficiale Europea: il principio attivo presente deve corrispondere a determinati standard, e solo in questo modo entra nei nostri prodotti." 

Quindi è la materia prima di altissima qualità il vostro segreto? "Sì, ma non basta: i veri segreti di casa Mei sono le tecniche con cui questa materia prima viene lavorata per giungere intatta a noi. Sono i "trucchi dello chef", cioè le tecniche di estrazione e concentrazione. Possiamo definire questo processo come "l'arte" di mixare le tecniche in tempi e modalità differenti perché il principio attivo di ogni vegetale giunga integro a noi, per regalarci tutti i suoi benefici." 

E quali sono queste tecniche? "Ciascun vegetale ha le sue caratteristiche e per ciascuno va utilizzata una tecnica diversa. Fitologia è la scienza che studia i vegetali, "erboristeria" è invece l'insieme delle pratiche con cui vengono trattati. Siamo in questo campo, e significa saper dosare tempi, temperature, modi: possiamo avere vegetali che mantengono e concentrano il principio attivo per spremitura a freddo, oppure che richiedono di essere trattati in corrente di vapore. E questo per mantenere al massimo il fitocomplesso, ossia l'insieme delle caratteristiche vincenti di quel prodotto: diciamo che somiglia un po' al salvaguardare il bouquet e le caratteristiche organolettiche di un vino." 

Che strada ha percorso Mei per stabilire per ciascuna pianta il trattamento giusto? "Fin dall'inizio, oltre vent'anni fa, sapevamo cosa cercavamo: un prodotto totalmente naturale, con tutta la forza della natura. Ci siamo avvalsi, e ci avvaliamo, di una serie di consulenti, ognuno specialista nel suo campo. Abbiamo creato un team di lavoro, che ha messo a punto le tecniche migliori rispettando al massimo anche il fatto che i prodotti naturali non sono standardizzabili, e che vanno rispettati tutti i tempi della natura, se si vuole ottenere un prodotto di alta qualità e senza aggiungere alcun conservante che non sia già presente in natura. Le faccio l'esempio del Vitagel: lo produciamo in lotti piccoli e frequenti, perché non si può industrializzare un prodotto così, il prodotto naturale ha bisogno di una sua freschezza, e di volta in volta la materia prima cambia: c'è la stagione in cui le api "lavorano" su fiori di castagno, e un'altra in cui trovano i fiori d'acacia. Cambierà un po' il sapore, perché cambia la materia prima. Ma sono prodotti tutti naturali ed efficaci, e poi non scadono, perché hanno Propoli e oli essenziali in grado di creare l'auto-protezione naturale!" 

Perché un prodotto come il Vitagel è trattato con gli ultrasuoni? "Questo è il bello della tecnologia applicata: tutti i prodotti apistici contengono all'origine frammenti di cera o sporcizia, che poi finiscono anche all'interno del prodotto finale. Noi della Mei, grazie agli ultrasuoni, che fanno "precipitare" le impurità, otteniamo un prodotto desporcizzato e decerato, purissimo. E' una tecnologia raffinata, che un semplice apicoltore non può avere, per questo il Vitagel è un prodotto superiore!" 

Perché si dice che in fitodinamica "1+1 fa 3"? "Perché un'attenta lavorazione del vegetale permette di salvaguardare tutte le componenti. Prima e durante il trattamento, noi abbiamo un solo scopo: la concentrazione dell'insieme. Faccio un esempio pratico: la vitamina C altro non è che il principio attivo dell'Acido Ascorbico, che di per sé ottenuto in laboratorio chimicamente è più puro rispetto alla vitamina C naturale degli Agrumi. Eppure quest'ultima è più efficace. Perché? Perché agisce in sinergia: è solo una delle componenti - anche se la principale - del fitocomplesso degli Agrumi, ed è l'insieme che potenzia l'azione della vitamina C, che in questo modo risulta più attiva di quella chimica, e non ha effetti collaterali! In una parola: il fitocomplesso è più efficace della chimica e non è riproducibile in laboratorio, lo sa fare solo la Natura!" 

E Mei agisce così sempre? "Sì, la sfida in fitologia è proprio questa: concentrare il principio attivo naturale insieme a tutte le altre sostanze che creano il fitocomplesso, e che possono anche essere semplici veicolanti per l'assorbimento da parte del corpo umano o agire in sinergia. E' per questo che i nostri prodotti naturali sono così efficaci: la natura riconosce la natura!" 

E' vero che i prodotti naturali Mei non interferiscono con l'azione di eventuali farmaci assunti in contemporanea? "Verissimo. Essendo naturali, seguono una strada completamente diversa all'interno del nostro corpo, lo rafforzano e spesso succede che in poco tempo il nostro organismo ci dice di poter fare a meno dei farmaci. Molti nostri clienti hanno via via sostituito del tutto la chimica con il naturale." 

Perché nei prodotti che lo richiedono mettete l'acqua trattata con il metodo Grander? "Anche questa è tecnologia: quando serve l'acqua la vitalizziamo con questo metodo, che la riporta alle caratteristiche chimico-fisiche dell'acqua di sorgente. E' un'acqua più stabile e meno esposta allo sviluppo di cariche batteriche, anche quando entra a contatto con l'aria. E' un metodo naturale di conservazione del prodotto, l'altro che utilizziamo sono gli acidi estratti dalla frutta. In altri casi, ci affidiamo all'ingegneria biologica, per esempio utilizzando vegetali già lavorati. Dal Germe di Grano esausto, aggiungendo enzimi naturali, si ottiene il decilpoliglucosio, che è uno "zucchero" naturale: è quello che ci serve per creare la "schiuma" di nostri detergenti naturali come quello della linea BimbiMei o il Sapone Liquido alla Camomilla. Evitiamo così l'aggiunta di schiumogeni o tensioattivi che irriterebbero le pelli delicate." 

Il "tutto naturale", quindi, è possibile? "Noi ce l'abbiamo fatta, con grande passione e grande lavoro e ne andiamo fieri. Questa è e resterà la nostra mission."

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Friday, 22 September 2017