Mei 88, un profumo che incanta

Mei 88, un profumo che incanta

MEI88 È UNA MISCELA DI ESSENZE NATURALI, "APPOGGIATE" SULL'ALCOL, NATO PER PROCURARE SENSAZIONI OLFATTIVE GRADEVOLI, PER STIMOLARE UN SENSO DI BENESSERE. 

Mei88 è un omaggio alla pelle: una "veste" leggerissima caratterizzata da un'emozione sensoriale. 

La richiesta di un "profumo Mei" era tanto forte, che se ne doveva creare uno che assolvesse il compito di dare "benessere olfattivo nei rapporti sociali". La ricerca è stata lunga e complessa, ma il progetto è andato in porto. Il profumo è "arrivato" in concomitanza con i festeggiamenti per i venticinque anni di vita aziendale, per cui è stato battezzato Mei88, volendo ricordare l'anno di nascita della Mei: 1988. 

Il profumo, come prodotto per "arricchire" la propria "aurea" sociale, è nato oltre 5000 anni fa. 

Conosciuto già nell'antico Egitto, si è diffuso presso gli Arabi, i Greci ed i Romani. Era realizzato con la lavorazione di resine, di foglie e di piante. Gli elementi erano a base oleosa, con l'aggiunta di aromi vegetali, perché dovevano anche proteggere la pelle dal sole e dal vento. 

In Europa, col Medioevo ed anche per fattori religiosi, l'arte dei profumi perse la sua importanza, mentre nel mondo arabo erano aumentate le produzioni e le miscele (in Persia, nello stesso periodo, fu "inventato" il profumo di rosa). 

Il seicento ed il settecento videro il rifiorire della "cultura" del profumo, con la nascita dell'acqua di Colonia, mentre nell'ottocento, con il colonialismo e le grandi scoperte geografiche, si conobbero altri aromi (per esempio, la vaniglia e l'ylang ylang). 

Le essenzialità di un profumo sono spesso rappresentate da elementi sintetici profumati, chiamati "materie odorose", "affogate" nell'alcol, per avere grandi quantità a prezzi molto contenuti: un profumo per tutti. Questo, però, ha fatto nascere il "profumaccio": essenze assolutamente chimiche, con forti connotazioni a volte "stomachevoli" e con caratteristiche che possono creare danni alla pelle. Al giorno d'oggi, la maggioranza di questi elementi profumati viene prodotta in grandi quantità, su base sintetica e, perciò, a costi ridotti, ma con pesanti effetti collaterali: ipersensibilità, allergie, eritemi, macchie cutanee, prurìgine, ecc.

Un tecnico profumiere mi ha riferito che, per la composizione di un profumo, "vengono mescolati insieme da 30 a 80 elementi profumati, scelti fra, circa, 200 essenze e, quasi, 2000 elementi sintetici esistenti. Oltre l'alcol". 

La Mei ha voluto festeggiare il proprio venticinquesimo anno di vita, creando un profumo particolarissimo. 

Ha dovuto, naturalmente, "accettare" la presenza dell'alcol (indispensabile, per fissare il profumo sulla pelle), ma ha scelto tutti gli altri elementi fra i propri oli essenziali, assolutamente naturali. Quindi, il risultato è stato fantastico. Mei88 ha un accordo fresco, fiorito e legnoso, creato con differenti note profumate. La "nota di testa", emozionale, si percepisce subito dopo l'applicazione sulla pelle; è giustamente intensa, perché è la presentazione del bouquet: il limone, il mandarino ed il verde di foglia. La "nota di cuore", subentrando alla "nota di testa", riaccende l'emozione olfattiva e "matura" un feeling con la pelle, tanto da tenerla piacevolmente "accesa", grazie alla presenza del giglio di mare, dell'elicriso e del gelsomino. 

Ma la vera forza è la "nota di fondo", caratterizzata da una piacevole persistenza che trasmette sicurezza, data dal cisto marino, dal cedro e dalla macchia mediterranea. Mei88, comunque, si esalta nell'armonia di tutti i componenti, perché, anche nella maturazione delle note, non fa mai predominare un'anima rispetto ad un'altra. È la perfezione coordinata degli ingredienti che innalza il suo potenziale di "ricezione olfattiva": un "profumo funzionale" al benessere perché, dando sicurezza nel contatto con gli altri, rafforza l'equilibrio dell'interscambio sociale. 

Mei88 accende solo le "soglie" positive, facendosi riconoscere per l'elegante intensità che, a seconda del tipo di pelle e dell'ora del giorno, può essere quasi impercettibile o convincente definizione di forte personalità. 

Mei88 è l'ultimo nato di casa Mei ed ha comportato uno studio lungo, perché l'amalgama olfattivo che personalizza il prodotto è stato voluto per tutti, perché per tutti sarà "compagno di viaggio fra gli altri".

G.M.

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Monday, 20 November 2017