La ricerca del benessere olistico

La ricerca del benessere olistico

La prevenzione con il primo volume posturale di Scuola Mei

Una tesi di Laurea dell'Università degli Studi di Padova ha discusso de "il benessere da sé, per sé" di Scuola Mei: la SPA a casa tua.

Il benessere scientifico Mei è la migliore prevenzione per stare bene: è la medicina dell'uomo sano

Laura Galiazzo si è laureata in Scienze Motorie discutendo, nel mese di settembre, presso l'Università degli Studi di Padova, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Laurea Triennale in Scienze Motorie, la tesi di laurea sulla ricerca del benessere olistico attraverso la prevenzione realizzata con l'educazione del primo volume posturale di Scuola Mei: "Il benessere che si vede". Il lavoro, molto apprezzato dalla Commissione giudicatrice, è partito dai concetti di prevenzione e di benessere, presentando la Scuola Mei, come momento tecno-didattico di formazione sul benessere scientifico realizzato "da sé, per sé". Scuola Mei, ha riferito la tesi, nasce dall'idea di organizzare una formazione, aperta a tutti, per concretizzare delle esperienze di benessere, da realizzare a casa e su sé stessi. L'insegnamento viene vissuto attraverso una didattica molto semplice e che porta all'autonomia realizzativa in poco tempo. Il punto di forza dei corsi di Scuola Mei "la SPA a casa tua", precisa la tesi, è la possibilità di far apprendere, provando sotto attenta guida, le tecniche più efficaci di benessere con auto trattamenti estesi a tutto il corpo. Il benessere scientifico Mei, che è la prevenzione realizzata attraverso i tre canoni dello star bene (massaggio, movimento e alimentazione), non cura solo la parte estetica, ma si preoccupa dell'aspetto funzionale. Gli incontri, assolutamente pratici, hanno una parte (la prima) riservata all'educazione posturale, per riequilibrare la normale gestualità in ampiezza del collo, presentando le posizioni ipercorrette di riferimento. La seconda parte, invece, è indirizzata a far provare e far apprendere delle tecniche manipolative semplici ma efficaci, con l'uso di prodotti che donano benessere e bellezza al viso. Si provano le manovre più giuste di massaggio e di drenaggio; si mettono in pratica le tecniche più equilibrate d'impacco; si usano, nel modo più giusto, i prodotti Mei studiati per particolari effetti: pulizia superficiale e profonda, azione tonica, ristrutturazione, ossigenazione, ecc. La Scuola Mei, spiega la tesi, ha diviso in quattro parti l'insegnamento del benessere "da sé, per sé" di tutto il corpo, chiamandoli volumi, per rendere più efficace l'apprendimento e per dare risultati più evidenti. "Il benessere che si vede" è il titolo del primo incontro di Scuola Mei "la SPA a casa tua" ed è il volume che si occupa del collo e del viso. La discussione della tesi ha precisato come sia importante, per il benessere di tutta la persona, l'educazione posturale riservata al collo. Sono stati certificati i movimenti di sbloccaggio articolare, di stretching, di muscolarizzazione, per ridare ampiezza ai movimenti di flessoestensione, torsione e circonduzione della testa rispetto alle spalle. Sono stati approvati i momenti della ginnastica dei muscoli mimici-espressivi, per riprendere l'uso funzionale delle sopracciglia, degli occhi, dei lobi del naso, delle labbra e delle guance, rivitalizzando la funzione espressiva e irrorando sensibilmente la componente muscolare ed epiteliale del viso. La tesi ha riportato come il recupero dell'ampiezza di tutti i movimenti del capo e la "riscoperta" di alcune gestualità espressive, che erano state "dimenticate", rappresentino lo "stupore" che viene dal poter fare di nuovo dei movimenti che non si facevano più. Il primo volume posturale di Scuola Mei prevede di insegnare, facendole provare, le manualità più semplici ma efficaci, di drenaggio linfatico del viso, di scollamento delle aderenze interstiziali, di massaggio e di uso dei prodotti particolari che Mei ha studiato per "il benessere che si vede". Di seguito si descrive l'uso corretto del Latte Detergente alla Malva, per la pulizia superficiale, e come siano fatte apprendere le giuste manualità, proprie di questa fase del trattamento di benessere. Il lavoro riporta, ancora, come l'Emulsione Tonificante (unico prodotto naturale per avere la completa pulizia profonda della pelle) si "lavori" con particolari direzioni e pressioni delle dita. Viene, poi, precisata, facendo direttamente l'impacco, la maniera più giusta per distribuire una maschera, applicando o la Maschera Prima o il Gel all'Acido Silicico. Successivamente si approvano la riattivazione della pelle, con l'applicazione del Tonico all'Azulene, ed il trattamento con dei particolari picchiettamenti digitali, che solo l'uso guidato può rendere "riproducibile". Il rituale de "il benessere che si vede" viene chiuso con l'uso dell'Olio Vitaminico o la Crema all'Olio di Tamanu, realizzando tutte le manualità specifiche dell'automassaggio del viso e del décolleté.La didattica "dell'imparare facendo" di Scuola Mei risulta il miglior modo per realizzare un percorso di benessere che porti, facilmente, all'autonomia per il trattamento del primo volume posturale. La tesi ha poi presentato i risultati dell'indagine, fatta con chi ha partecipato al corso "il benessere che si vede", per dimostrare il positivo riscontro sui benefici che i movimenti del collo, la ginnastica della facies e l'automassaggio del viso possono dare. La ricerca è stata realizzata con la somministrazione di un questionario di 12 domande, con scala di valutazione da 1 a 5 (1 "niente", 2 "poco", 3 "mediamente", 4 "molto", 5 "moltissimo"), a 100 partecipanti ai corsi di auto benessere del primo volume posturale di Scuola Mei ("il benessere che si vede"), dopo un mese dal corso, con un'età compresa fra i 28 ed i 70 anni, provenienti dalle sedi di Trieste, Bassano del Grappa, Conegliano, Muggiò, Lodi ed Acireale. Le prime otto domande erano indirizzate a far emergere i benefici percepiti dal trattamento, chiedendo dell'efficacia provata, del rilassamento avuto, della luminosità e della morbidezza della pelle riscontrata, del relax post seduta apprezzato e del benessere vissuto ed esteso a tutto il corpo. Le successive due domande interrogavano, espressamente, sul beneficio avuto dalla ginnastica del collo e del viso e sul piacere del massaggio. Tutte le risposte date si sono posizionate fra l'indice di gradimento del "moltissimo" e del "molto", con nessuna risposta valutata "poco" o "niente". Le ultime due domande (cui bisognava rispondere con un "sì" o con un "no") hanno dato risultati molto positivi. Alla richiesta "Rifarebbe questa esperienza?", ben il 94% ha risposto affermativamente; a quella "Consiglierebbe la partecipazione al corso di Scuola Mei ad altri?", il 99% ha risposto con un "sì". Dalle conclusioni della ricerca: "Dopo una scrupolosa analisi dei dati raccolti è possibile affermare che, in linea generale, la seduta di educazione posturale del primo volume di Scuola Mei ha raggiunto un notevole successo tra i soggetti coinvolti. La seduta di ginnastica per il collo e per il viso ed il massaggio hanno portato vantaggi sia dal punto di vista estetico (bellezza, luminosità e morbidezza della pelle) e sia dal punto di vista funzionale (maggiore mobilità dei gesti del collo, attenuazione delle algie da contrattura e delle cervicalgie, abbassamento delle cefalee percepite, aumentata sicurezza nei movimenti globali)… (omissis)… il benessere percepito è stato chiaramente manifestato, così come è stato testimoniato che lo stesso benessere si è esteso alle altre parti del corpo…". Altra considerazione è stata la presa di coscienza che fare, a livello domestico, il rituale del primo volume di Scuola Mei ha significato volersi bene, prendersi cura di sé stessi e riservarsi un piccolo spazio giornaliero per "il benessere che si vede", ovvero, secondo un vecchio motto, per essere "più sani e più belli".

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Friday, 22 September 2017