Il rituale viso Mei Lifting

Il rituale viso Mei Lifting

Rituale del Benessere, esclusivo per SPA e Centri Estetici

Da più parti è stato richiesto alla Mei un nuovo rituale per il viso, con l'uso di prodotti di ultima generazione e con le manualità tecniche dalle profondità più marcate. 

La precisione degli interventi manuali doveva essere mirata, da un lato, al trattamento delle rughe e, dall'altro, ad una sensazione di benessere totale e di movimentazione dei liquidi sottocutanei, mentre i prodotti dovevano essere innovativi e formulati per le nuove incisività d'esercizio: tutto questo è stato fatto dalla Mei, per un'estetica con esigenze più precise e consapevoli. 

La ricerca di base (intesa come avanzamento della conoscenza) ha portato la Mei a codificare, per il benessere scientifico in estetica, il metodo PMP-Phytomassopodia. Da questo "stato dell'arte" è nata una ricerca applicata (la messa in pratica di quanto acquisito con la ricerca di base) che ha portato alla creazione di un nuovo protocollo di benessere olistico, partendo dal viso. 

La Mei ha messo a punto, col rigore tecnico che ha sempre contraddistinto le proprie proposte di benessere, un nuovo rituale per il viso, richiesto a gran voce. 

Dopo la puntuale analisi teorica, la progettualità ha preteso la "creazione" di inediti interventi manuali e la formulazione di nuovi prodotti, da massaggiare manualmente con il Podostrigiles (l'innovativo strumento brevettato). Questa è stata la novità progettuale e realizzativa di interventi molto più precisi e profondi che, con l'uso di nuove formule fitocosmetiche, hanno permesso nuovi massaggi muscolari, flebologici e riflessi. La fase della ricerca applicata, fatta in sala tecnica, e le realizzazioni del protocollo esecutivo, eseguite nell'area test, hanno verificato la fattibilità e certificato i risultati. 

La SPA dell'Hotel Posta Zirm, di Corvara, ha messo a disposizione i propri ambienti, delle scelte estetiste ed ha organizzato un gruppo di lavoro per il nuovo rituale. La specifica formazione (tre giorni di corso, con 24 ore di lavoro e con gli esami finali) è stata realizzata per quattro operatrici che, subito dopo, dovevano eseguire solo il nuovo rituale, annotando ogni particolarità dell'esperienza e somministrando un questionario a tutti i soggetti partecipanti al lavoro dell'area test. L'analisi dei questionari somministrati ai cinquanta soggetti che, per più sedute, hanno ricevuto il nuovo rituale ha chiarito l'alto indice di gradimento degli interventi e la soddisfazione delle operatrici dell'area test, che hanno monitorato le fasi della ricerca. 

Il rituale è stato riservato a 50 soggetti (46 femmine e 4 maschi), di età fra i 26 ed i 72 anni, nel periodo compreso fra dicembre 2015 e marzo 2016, con sedute settimanali, ripetute per più volte, con la raccolta dei dati ad ogni fine seduta e con la verifica delle sensazioni sentite dopo 7 giorni, prima di ricevere nuovamente il rituale. 

È incredibile come, dopo il trattamento, 48 soggetti su 50 hanno sottoscritto la piacevolissima sensazione di "testa libera", mentre il 50% (venticinque iscritti) ha avuto una diuresi impellente a fine seduta. Altra risposta molto significativa è stata la "sensazione di lievitazione della pelle del viso", riferita da 44 soggetti su 50.

Le altre risposte (sensazione di caldo, sensazione di freddo e sensazione di formicolio del viso) sono servite a confermare la potenza delle manualità e la giustezza dei prodotti. 

L'analisi dei questionari ha confermato le ipotesi formulate all'inizio: portare il soggetto alla completa quiete psicosomatica (sensazione di "mente" riposata e libera e la voglia di dormire); registrare una movimentazione ed eliminazione dei liquidi circolanti (diuresi impellente, appena dopo il rituale, per il 50% e, subito dopo, per la totalità; cinque soggetti si sono alzati per andare in bagno a metà seduta); riferire la condizione di un viso "pieno", turgido, come si ci fosse stata una lievitazione dei tessuti sotto-cutanei, oltre (riferita da tutti) il sentire la pelle liscia e morbida e vederla luminosa. Le note di gradimento registrate, con le indicazioni precise sullo stato del benessere raggiunto, e la testimonianza che i risultati siano stati sentiti anche dopo il secondo giorno dal trattamento, hanno dato il segno certo che il nuovo rituale ha profondità d'azione. 

La precisione del lavoro sulle rughe e dentro le stesse, la delicatezza del massaggio riflesso e la profondità di quello flebologico sono state affidate al Podostrigiles che, con le parti opportunamente create per "entrare" nelle rughe, ha massaggiato gli innovativi prodotti. Al lavoro fatto col Podostrigiles è stato, razionalmente, abbinato quello digitale, chiudendo il rituale con l'applicazione del burro profumato (per un'aromaterapia finale) e con lo scollamento del cuoio capelluto ed il massaggio delle orecchie. Questo nuovo rituale entra, di diritto, nel circuito formativo del benessere Mei. 

I nuovi prodotti, garantiti dai severi test del laboratorio di fitocosmetica che ha realizzato le formule, sono stati "lavorati" con le innovative manovre di massaggio, per fare "corpo unico" per realizzare un benessere che nasce dal viso, ma si estende all'intera persona. 

G.M.

​Il Prof. Giuseppe Mazzocco, docente alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Padova, è l'inventore del metodo PMP-Phytomassopodia, del Podostrigiles e dei rituali Mei. Ha ideato i corsi di formazione professionale dell'accademia WFA - Wellness from Feet Academy. E' direttore della Ricerca e della Formazione per il Benessere Scientifico Mei nonché responsabile del periodico di benessere MondoMei.

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Thursday, 21 September 2017