Donne che resistono!

Adriana Titton porta la sua esperienza al convegno organizzato a Monza da Eco-Network, Bic-Italia e Sportello Donna.

Il 16 aprile scorso Adriana Titton è stata invitata al convegno "Donne che resistono" come esempio per
l'imprenditoria femminile. In una fase di crisi così forte, le donne soffrono ancora di più la contrazione del mercato del lavoro. La Dott.ssa Isa Maggi, presidente di Sportello Donna, ha colto questo grido d'allarme e ha diretto questa tavola rotonda nella quale pensare e capire, ma soprattutto proporre soluzioni concrete alle donne che hanno capito che il posto fisso non esiste più e cercano un'attività in proprio. Adriana Titton lancia il suo messaggio, in questa lettera aperta ai lettori.

"Care amiche e amici di MondoMei, è stato un onore partecipare a "Donne che resistono" perché mi ha dato la possibilità di raccontare la mia esperienza; la storia di chi si è messo in discussione, andando contro corrente e creando un'azienda che ha permesso, a tante altre donne, di realizzarsi e acquisire un ruolo, come Consulente Mei, che diversamente non avrebbero potuto avere. La crisi getta sconforto e appiattisce gli animi, ma io credo che la crisi sia anche una condizione di cambiamento e opportunità. Quello che manca è il coraggio di provarci, perché è più semplice piangersi addosso e limitarsi a cercare il posto fisso inesistente. L'attività Mei è un lavoro imprenditoriale, liberamente gestito, che funziona perché risponde a una precisa esigenza di mercato: consigliare ai clienti che cosa fare per ottenere e mantenere il benessere psico-fisico a prevenzione delle malattie. E' un'attività nel canale della vendita diretta, perché è la formula che ho scelto 25 anni fa, l'unica che permette di avere un contatto diretto con il pubblico, che dà modo di spiegare, di offrire il servizio di informazione e i prodotti al giusto prezzo, risparmiando i costi commerciali a favore della ricerca e della qualità sul prodotto naturale. Essere Consulenti Mei non è entrare nel multilevel, che promette guadagni irrealizzabili, né la vendita "porta a porta"; è un'attività basata sul servizio di informazione e sulla cultura della "medicina scalza", che prevede corsi di formazione e offre una concreta possibilità di realizzo. Ecco perché il convegno di Monza è stato importante: è stata un'occasione per poter spiegare le differenze, per far capire quanto la nostra azienda sia diversa dai luoghi comuni e come effettivamente si possa costruire un'attività sicura e di successo. Certo bisogna mettersi in discussione, ma oggi quante sono le aziende che offrono un'attività sicura nel mondo del benessere (l'unico in costante crescita), corsi di formazione di livello universitario e un guadagno liquidato settimanalmente? Allora dico a tutte quelle persone, che non hanno avuto il coraggio fino a qua, che è giunto il momento di buttarsi, che non va tutto male, che non tutte le attività sono in crisi e che il futuro non è nero come sembra. Alla Mei si trovano: 25 anni di esperienza, ottimi prodotti, formazione e, soprattutto, una vera opportunità di realizzarsi". 

Adriana Titton

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Monday, 20 November 2017