Corri in Rosa: tutte unite contro il tumore al seno

Corri in Rosa: tutte unite contro il tumore al seno

Domenica 19 Novembre 2017 prenderà il via la quarta edizione del "Corri in Rosa", con una probabile presenza di 10.000 donne partecipanti che, senza competizione, correranno insieme contro il tumore al seno, per un record di solidarietà.

Vendere, come fa la Mei da trent'anni, solo prodotti assolutamente naturali, senza nessuna controindicazione e solo attraverso la consulenza di persone appositamente formate, presuppone un impegno aziendale di profondo rispetto verso l'uomo, che si affida al messaggio del benessere naturale. Fra le "regole" che l'azienda ha sempre avuto, come linee guida del vivere tra la gente, ve ne sono alcune che ne hanno caratterizzato il profilo, realizzando un impegno rivolto al sociale. Da sempre è viva, in Mei, la voglia di aiutare chi, senza condizioni, si occupa di stare vicino a chi soffre o a chi ha bisogno di un sorriso. Dalla fondazione, è stato mantenuto un contributo costante verso il volontariato che, quotidianamente, parla ai bisognosi ed appiana disagi. La consapevolezza aziendale, di dare benessere con i prodotti naturali, è pari alla certezza di far bene, con la partecipazione sociale; per questo, la Mei, informa sul benessere che viene dalla natura ed è vicina a chi, questo benessere, cerca di riaccenderlo con un sorriso e con la quotidiana azione della solidarietà.

Le persone fanno le aziende e, nel caso della Mei, una donna (Adriana Titton) ha fondato l'impresa; ne ha dettato le linee guida e ne ha disegnato il profilo, dandone, non solo gli indirizzi commerciali, ma anche quelli umani. Da sempre attenta al benessere ed alla condivisione, la fondatrice ha fatto partecipare la Mei alle operazioni rivolte a "star vicino" a chi soffre. Da qualche tempo, Adriana Titton ha incontrato un'altra donna (Valérie Delcourt) che ha sviluppato l'idea di rendere visibile la solidarietà, tingendola di rosa e rivolgendosi solo alle donne, per la partecipazione ad un evento con un messaggio molto chiaro: "Troviamoci e testimoniamo il nostro sostegno alla lotta contro il tumore al seno". Da questa idea, la responsabile dell'evento ha fatto nascere il "Corri in Rosa": una manifestazione fatta per le donne di tutte le età e col fine dichiarato di stare assieme, per raccogliere fondi (200mila euro) per pagare un ecografo tridimensionale. Il mammografo, già acquistato dall'"Associazione Lotta Contro i Tumori Renzo e Pia Fiorot", è stato donato il 21 dicembre del 2016 all'Ulss 7 (reparto di radiologia dell'ospedale di Conegliano), per lo screening gratuito, contro il tumore al seno, che interessa (solo in zona) 13mila donne, residenti nei 28 comuni dell'Ulss 7. Su questa strada, Valérie Delcourt ha incontrato l'ONLUS "Strada della Speranza" (che si occupa dei rapporti con le autorità sanitarie) e la dirigenza della Treviso Marathon (che coordina gli aspetti tecno-organizzativi). Poi si è rivolta agli sponsor. Quest'anno, la Mei ha creato il gruppo "Mei in Rosa" (veicolando l'iniziativa attraverso i canali aziendali e raccogliendo, all'interno del mondo Mei, le iscrizioni per il "Corri in Rosa") e realizzerà una tessera, da consegnare a tutte le partecipanti alla manifestazione, che permetterà di avere prodotti a un prezzo riservato e dedicando, per ogni acquisto, una percentuale da devolvere al "Corri in Rosa". Ha voluto, inoltre, offrire questa testimonianza per ricordare che le 7.865 donne, che nel 2016 sono state presenti, hanno lasciato un segno profondo. Tutte le donne che si iscriveranno alla "Corri in Rosa" avranno, oltre alla maglietta rosa da indossare durante la manifestazione, un pettorale che non avrà un numero scritto in grande, ma riporterà il nome di chi lo indossa! Straordinario: non un numero, ma un nome di donna! Il 19 novembre 2017, a San Vendemiano, con partenza alle ore 10, dalla piazza antistante il Municipio, prenderà l'avvio la quarta edizione del "Corri in Rosa", riservata solo alle donne e per la quale non è previsto il certificato medico sportivo. 

"Corriamo insieme contro il tumore al seno", recita lo slogan indirizzato alle donne vestite di rosa, che sceglieranno fra due percorsi (uno da 5 ed uno da 10 chilometri), da condividere senza ansie da prestazione e per un fine ben individuato: raccogliere fondi per pagare le rate del mammografo. La quota d'iscrizione comprende l'assicurazione RCT e infortunio, il pettorale nominativo, i ristori lungo il percorso, la t-shirt ufficiale ed il pasta party, all'arrivo. Il regolamento completo è su www.trevisomarathon.com "Tutto vive se lo nutri col cuore", recita un meraviglioso adagio: nulla di più vero per la Mei, che sosterrà il progetto del "Corri in Rosa", e per Adriana Titton e Valérie Delcourt che, vestite di rosa, cammineranno, fra sorrisi, abbracci e tanta allegria, per testimoniare che "assieme si può vincere". 

G.M.

Il Prof. Giuseppe Mazzocco, docente alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Padova, è l'inventore del metodo PMP-Phytomassopodia, del Podostrigiles e dei rituali Mei. Ha ideato i corsi di formazione professionale dell'accademia WFA - Wellness from Feet Academy. E' direttore della Ricerca e della Formazione per il Benessere Scientifico Mei nonché responsabile del periodico di benessere MondoMei.

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Monday, 20 November 2017