Aglio: lo scudo contro la tossicità

Aglio: lo scudo contro la tossicità

"Toujours sent le mortier les aux" recita il celebre detto francese, ripreso in Italia da "Il mortaio sa sempre d'aglio", ovvero è impossibile nascondere il proprio carattere.

Infatti l'Aglio non è proprio in grado di nascondere il suo carattere che esprime con una nota prepotente, tale da sovrastare tutte le altre essenze. L'odore tipico è dovuto a numerosi composti organici di zolfo e a suoi derivati. L'utilizzo in cucina è il più noto, ma è un elemento di spicco della tradizione erboristica popolare fin dalla notte dei tempi. Oggi è una pianta pressoché ubiquitaria che cresce in tutti i paesi, ma la sua origine è asiatica e, dall'antico Egitto, si è diffusa nel bacino del Mediterraneo. L'Aglio è citato anche dal profeta Maometto che ne vieta l'utilizzo per la preghiera comunitaria del venerdì, mentre per il folclore europeo è la pianta per scacciare i vampiri, considerati dei parassiti succhia sangue. L'olio essenziale è un vero concentrato di portentosi principi attivi tra i quali vitamina C, provitamina A e i complessi vitaminici B1-B2-PP; minerali: magnesio, calcio, fosforo, iodio e ferro; oligoelementi: zinco, manganese, selenio; contiene sostanze vegetali ormono-simili e soprattutto allicina e garlicina ad azione antibiotica, ajoene dall'azione fluidificante sanguigna. La letteratura scientifica gli riconosce diverse proprietà tra le quali spiccano quella antiipertensiva, antielmintica (antiparassitario intestinale), antiossidante (contrasto dei radicali liberi), antibatterica, antivirale (raffreddore e influenza), antitrombotica e disintossicante sanguigna. La funzione di antibiotico naturale venne notata, per primo, proprio da Luis Pasteur nel 1858. È efficace nel contrastare l'ipercolesterolemia, come dimostrato dagli studi condotti per lungo tempo e su campioni di popolazione molto numerosa delle zone nelle quali l'Aglio tritato è ingrediente base in cucina. È una pianta preziosa dalle mille risorse che la ricerca costantemente aggiorna come, ad esempio, la presenza di una componente che, una volta metabolizzata, si trasforma in inositolo, una sostanza vitaminica in grado di stimolare il ricambio cellulare allungando la vita e ringiovanendo i tessuti. Un altro studio ha dimostrato un'azione simile a quella dell'insulina e quindi la proprietà di abbassare la glicemia nel sangue e rappresentare un valido supporto anche nel contrasto alla formazione del diabete. Da sempre l'Aglio è riconosciuto come classico rimedio per prevenire ed eliminare i vermi intestinali; risulta molto utile anche per assorbire i gas intestinali e ridurre il meteorismo; come antibiotico naturale agisce direttamente sui ceppi virali senza distruggere la flora intestinale, a differenza degli antibiotici sintetici, ma addirittura favorendone la rigenerazione. È il rimedio naturale per eccellenza nell'ipertensione, uno dei più potenti disintossicanti sanguigni, tanto da valergli il titolo di "spazzino" delle vene, che in effetti ammorbidisce, prevenendo la sclerosi delle arterie e riducendo sia il tasso di colesterolo che di trigliceridi. Studi clinici ne hanno dimostrato l'efficacia anche nei confronti dell'Helycobacter pylori ma un'altra proprietà, meno nota, sulla quale è il caso di soffermarci, soprattutto ai nostri tempi, è quello di fungere da schermo contro i metalli pesanti, sostanze tossiche e agenti patogeni tumorali (che aggrediscono quotidianamente il corpo) veicolati dallo smog, dai pesticidi e dai conservanti dei cibi e dai disinfettanti dell'acqua, dai coloranti dell'abbigliamento e delle calzature, non che da vecchie otturazioni dentarie a base di piombo. Gli organi emuntori, in particolar modo polmoni, fegato, reni e anche il sistema nervoso centrale, sono i distretti maggiormente colpiti da questa pericolosa aggressione che l'Aglio contrasta e tende ad inibire, prima con un'azione a livello sanguigno e poi attraverso la depurazione delle vie respiratorie, connotandosi come un vero e proprio vegetale salvavita. Ecco perché da anni la Mei si batte per un utilizzo consapevole dell'Aglio, disponibile nelle comode e pratiche perle di gelatina vegetale che sono il mezzo ideale per veicolare direttamente i principi attivi, scongiurando il fastidioso effetto dell'odore nell'alito o sulla pelle. La tecnologia softgel delle perle è il prezioso alleato per evitare di dover mangiare quantità elevate di Aglio che in natura risulta poco digeribile e a lungo andare può irritare a livello gastrico. Per avere i risultati riconosciuti in letteratura, la qualità e il modo in cui viene trattata la pianta sono determinanti. I bulbi selezionati dalla Mei, una volta colti, vengono fatti maturare al sole per poi realizzare il macerato oleoso a freddo, dal quale si estrae il prezioso olio essenziale: una perla è pari a 12 spicchi d'Aglio! Completa assenza di effetti collaterali, quindi, e solo il meglio dell'Aglio italiano, concentrato in olio essenziale che può essere utilizzato anche in cucina. Basta aggiungere una o due perle, in cottura, per ottenere un condimento sempre fresco, concentrato, che insaporisce senza risultare indigesto, come avviene cuocendo direttamente lo spicchio. L'Aglio è l'ideale per i bambini, soprattutto durante il periodo della scuola, per prevenire i vermi intestinali ma anche la pediculosi, direttamente collegata alla salute dell'intestino. L'età dalla quale si può iniziare è la scuola materna, nella misura di una perla, a giorni alterni, per arrivare a due dai 10-12 anni in su. Chiaramente è il prodotto particolarmente consigliato a chi soffre di ipertensione o sangue pesante e non va inteso solo come un integratore per un trattamento specifico, ma come un vero coadiuvante per il benessere generale e la prevenzione delle malattie. Una sana abitudine che una volta iniziata, può essere proseguita quotidianamente andando, peraltro, in perfetta sinergia con l'azione rigenerante cellulare del succo d'Aloe selvatica MeiDei, con l'azione battericida della Propoli del Vitagel, con quella antitossica dell'Argilla Verde e con quella antietà del Gel all'Acido Silicico.

R.P.

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Guest
Thursday, 21 September 2017